Caratterizzata da dolci colline, coltivate prevalentemente a vigneti e punteggiata da rocche e castelli medievali, la Val Tidone, definita la “Piccola Toscana”, attira turisti italiani e stranieri che spesso si fermano qui e riscoprono il piacere di vivere la natura in un ambiente ancora incontaminato.

Le rocche e i castelli della zona sono fra i più belli della provincia. Antichi mulini, ville signorili e palazzi testimoniano il ricco sistema feudale che ha governato per secoli questi terreni.

Da noi è possibile vivere lunghe giornate all'aria aperta, partecipare  ai numerosi eventi organizzati durante tutto l’anno, organizzare escursioni sui sentieri sapientemente tracciati dall'uomo.

Uno fra tutti, il Sentiero del Tidone, percorribile a piedi, a cavallo o in bicicletta, perette di riscoprire l’incredibile bellezza e la varietà paesaggistica della Val Tidone, dal fiume Po alla diga del Molato transitando in località Moline (proprio all'interno del nostro agriturismo!) per giungere fino a Casa Matti, alle pendici del Monte Penice.

Il sentiero del Tidone
Nella prima parte il sentiero è immerso nel verde e costellato dalle coltivazioni tipiche della pianura piacentina, dalle prime alture i vigneti ricoprono le morbide colline, mentre in alta Val Tidone il paesaggio diventa boscoso.

Nei pressi di Nibbiano si trova la Diga del Molato il cui invaso,  circondato da boschi di querce, carpini e castagni è ritrovo di pescatori e vi si svolgono diverse attività acquatiche e sportive.

Molti i luoghi storici da scoprire. Tra questi, è certamente doveroso visitare il borgo di Zavattarello (uno dei "più belli d'Italia") e il Castello Dal Verme che lo domina perché, come diceva il dott. Daniele Bertacchi nella Monografia di Bobbio del 1859, "Zavattarello è forse il paese più storico della provincia per antichi fatti d'armi, perciò giustizia vuole che se ne faccia particolar menzione.

Spostandosi di pochi chilometri, si scenda a Varzi, patria dell'omonimo Salame, il cui borgo, sede dei Marchesi Malaspina, è costituito da possenti torri medievali e antiche viuzze. A due passi, il castello di Oramala, un fortilizio situato su uno sperone roccioso affacciato sulla valle Staffora.

Su richiesta, vi accompagneremo alla scoperta dei suggestivi territori che si sviluppano tra le valli Tidone, Trebbia e  Stàffora, grazie un collaudato servizio di trekking a cavallo.


RIFERIMENTI WEB
www.zavattarello.org
www.valtidoneluretta.it
www.lavaltidone.it
www.associazionecasagrande.it
www.valtidoneluretta.it
www.sentierodeltidone.it
www.vallestaffora.info
www.varziviva.net
www.oltrepeat.com
www.altavaltrebbia.net

   

ALTRI LUOGHI DA VISITARE:
Giardino botanico di Pietra Corva (Romagnese)
La Fornace di Massinigo (Santa Margherita di Staffora)
Osservatorio astronomico Ca' del Monte (Cecima)